L’ambiente

Il comprensorio artistico e devozionale del Sacro Monte di Belmonte è localizzato sulla sommità di un promontorio vestito di ambienti naturali di grande pregio, tra cui dominano i boschi naturaliformi e le selve castanili.

La Riserva Speciale che circonda la Via Crucis ed il Santuario è ben più di una semplice cornice. Essa ne costituisce il contesto paesaggistico e si fonde nel significato del Sacro Monte. Nel tempo l’Ente ha cercato di preservare e valorizzare le sinergie presenti ed esaltare il patrimonio artistico attraverso la cura del bosco e la sua lenta conversione nell’originaria fustaia di rovere. Gli interventi sono partiti dando priorità alle superfici più sensibili e di maggior pregio, come l’area sommitale.

Oggi, dove sono stati realizzati gli interventi di riqualificazione forestale, al ceduo di castagno invecchiato ed instabile si sostituisce un soprassuolo dominato dalla rovere in via di conversione. All’interno degli ambienti naturali sono stati sistematicamente eliminati gli elementi estranei ed inadatti alle condizioni stazionali locali, come le conifere, e create leggere chiarie, indispensabili al fine di permettere la penetrazione di latifoglie nobili spontanee e migliorare così la biodiversità dei boschi.

Grazie a questi interventi si vuole sostenere la rinaturalizzazione degli ambienti della Riserva, ottenendo così lo sviluppo di un bosco maturo, stabile, curato dove oltre alla rovere siano presenti tutte le più importanti latifoglie nobili spontanee che l’accompagnano, oltre ad un ricco e biodiverso sottobosco.

 

© Copyright Ente di Gestione dei Sacri Monti 2013. All rights reserved.